Home > Biblioteche > Biblioteca Capitolina

Biblioteca Capitolina

Biblioteca Capitolina

La Biblioteca di Archeologia e Storia dell'Arte della Sovrintendenza Capitolina - ora Biblioteca Capitolina - nasce nel 1872, con l'istituzione della Commissione archeologica comunale e della relativa pubblicazione del "Bullettino". Ora, dopo essere stata ospitata nel trecentesco edificio della Casa dei Vallati, la Biblioteca è stata riordinata e allestita trasferita nel Palazzo dei Conservatori, presso la Direzione dei Musei Capitolini.

Con la "Mostra Augustea della romanità" del 1937-38, allestita al Palazzo delle Esposizioni, la biblioteca si arricchisce di un cospicuo patrimonio librario, ora in riordino. Nel corso del tempo integra donazioni private (fondo Gatteschi e fondo Colini) e materiale a stampa proveniente da altri fondi, primo fra tutti quello del Museo dell'Impero.

Nel 1957, con la chiusura del Museo Artistico Industriale e lo smembramento tra diverse strutture di un importante quanto cospicuo patrimonio, il Comune di Roma acquisisce una serie di oggetti e di libri.
Una parte di quei libri attualmente formano il Fondo MAI della Biblioteca.
Materiale eterogeneo per epoca e pregio, ma unificato nel progetto coerente di fornire al Museo gli strumenti necessari per raggiungere le sue finalità istituzionali. Ed è così che a manuali didattici con le pagine ormai inacidite si affiancano rari in-folio stupendamente illustrati, ricche fonti di modelli per decorazioni, oggetti di artigianato, opere d'arte. Un'opera per tutte: i 16 tomi in-folio di un'opera rara quanto stupenda: "La Basilica di San Marco in Venezia", monumentale opera stampata in soli 600 esemplari fra il 1878 e il 1893 dall'editore-libraio Ferdinando Ongania sotto la supervisione di Camillo Boito e citata anche nell'Enciclopedia Italiana: un capolavoro tale da giustificare da sola un'esposizione in uno spazio specializzato.

Ultimo in ordine di acquisizione, il Fondo Alberto Caldana consta di 227 volumi rari o comunque antichi di argomento storico-archeologico su Roma.

La biblioteca ha recentemente intensificato gli scambi di pubblicazioni specializzate con musei, biblioteche e istituzioni culturali italiane e straniere.

Il patrimonio librario attuale della Biblioteca Capitolina è incentrato essenzialmente su Roma, sull'archeologia romana e sulla storia dell'arte antica e moderna, ma comprende anche opere sul restauro e la conservazione dei monumenti, sui musei e le istituzioni culturali. Molti sono stati gli studiosi che hanno contribuito a indirizzare la biblioteca, come Guglielmo Gatti, Antonio Maria Colini, Carlo Pietrangeli ed Eugenio La Rocca.

Non mancano testi rari o comunque antichi, di cui si possiede copia in microfilm. L'operazione di microfilmatura non è stata limitata alle edizioni rare o esaurite, ma è stata dedicata ad intere annate di periodici, italiani e stranieri, primo fra tutti il "Bullettino della commissione archeologica del Comune di Roma". Ma ora che le tecniche di riproduzione digitale stanno sostituendo il tradizionale sistema microfotografico, la biblioteca si sta attrezzando.

Nella biblioteca, oltre al materiale a stampa, venivano conservati anche documenti in supporto magnetico U-Matic, BVU, VHS e Beta, ora in deposito presso il Museo di Roma In Trastevere, in attesa di locali consoni ad ospitare la Videoteca. Oltre trecento titoli che, acquisiti in gran parte dalle diverse strutture della RAI, offrono un panorama sull'archeologia, i musei, la conservazione e il restauro dei beni culturali, oltre a video dedicati all’arte contemporanea e alla video arte.

Oltre alla gestione del proprio patrimonio librario, alla biblioteca è affidato anche il Fondo Carbonelli, conservato presso il Museo dell'Arte sanitaria (Ospedale S. Spirito).

La collezione di periodici della biblioteca conta circa trecento testate italiane e straniere di cui cento attive. La maggior parte delle riviste riguarda l'archeologia, la storia dell'arte e i musei.

Nel 2004 la Biblioteca è entrata in SBN ed è in corso la catalogazione.

Informazioni pratiche

Indirizzo
Piazza del Campidoglio 1, Roma
Informazioni e prenotazioni

su appuntamento al tel. 06/6710.4968

Polo SBN RMR Comune di Roma

consultazione online di parte del catalogo

Email