Didattica

Testo intro Didattica

L’ educazione al patrimonio culturale è un elemento costitutivo del  ruolo istituzionale della Sovrintendenza, da sempre vivo nella sua tradizione didattica.

Il programma “Patrimonio in Comune”  non consiste soltanto nella conservazione e trasmissione di contenuti, ma intende incidere concretamente nello sviluppo culturale e sociale dei cittadini, delle persone.

L’obiettivo è quello di andare oltre la trasmissione unidirezionale di contenuti, proponendo un processo, qualificato e interdisciplinare, di conoscenza del patrimonio dei beni culturali

Seguendo i due concetti chiave dell’accessibilità e della partecipazione sono stati messi a punto approcci e metodi diversificati, rivolti alle particolari esigenze di ogni tipo di pubblico, in modo che studenti e cittadini, grandi e piccoli diventino protagonisti dell’attività culturale, partecipando attivamente, in una dinamica di confronto e di arricchimento.

Molte e diversificate le attività proposte, tutte indirizzate ai temi della condivisione, con iniziative che intendono sviluppare negli studenti e nei cittadini la consapevolezza del patrimonio come bene condiviso da tutelare, anche attraverso iniziative di comunicazione di lavori in corso  e di restauri ultimati, favorendo l’incontro “dietro le quinte” con curatori e personale di Sovrintendenza.

Il contatto diretto, l’interscambio e l’azione partecipata sono al centro di progetti speciali sui  valori trasversali del patrimonio, incentrati sulla possibilità di nuovi rapporto tra  museo/territorio e centro/periferia.

Didattica per le scuole

Didattica per le scuole

Patrimonio in comune. Conoscere è partecipare” è il programma per le scuole che intende stimolare e approfondire la conoscenza dell’arte e della storia millenaria di Roma, invitare a  frequentare i musei e i luoghi dell’arte e a diventare consapevoli della bellezza complessa della città, dal centro alla periferia, fuori e dentro le Mura.

Numerose le novità che arricchiscono l’offerta per l’anno 2019/2020. Accanto ai “grandi classici” dei percorsi nei musei e degli itinerari nella città, riletti sempre con nuovi sguardi, si segnalano, tra le altre:
Plus+ Il progetto dell’anno: Oltre ‘‘il limite’’. Le scuole per le mura di Roma: intende promuovere la conoscenza delle Mura urbane sia approfondendo l’aspetto storico e narrativo sia sensibilizzando sui temi della salvaguardia e conservazione.
Limited Edition: presenta due iniziative realizzate con la collaborazione dei volontari del Servizio Civile Nazionale, Street Art a Roma. Conoscere per valorizzare e L’albero Genealogico, Storia di una famiglia al Museo Napoleonico.
Tra le proposte strategiche particolarmente focalizzate sui temi della salvaguardia del patrimonio e sui metodi di apprendimento e socializzazione basati sulla lettura consapevole delle opere:
Salva(e)guarda il Patrimonio: consiste in visite ai luoghi più significativi della città per sviluppare la partecipazione e la cura del nostro straordinario patrimonio culturale e ambientale.
Osservare, comprendere, comunicare attraverso l’arte: tre domande per imparare a guardare e quindi a descrivere ciò che l’occhio vede. Un metodo innovativo per avvicinarsi all’arte in condivisione e partecipazione, all’interno di un gruppo.
Il progetto speciale Un libro aperto sulla storia, in sintonia con gli argomenti affrontati in classe, propone la conoscenza della città come se fosse un libro di immagini da “sfogliare”, in cui rintracciare i momenti diversi della storia: “Roma antica”, “Roma medievale”, “Roma moderna”, “Roma nell’’800” e “Roma nel ’900”.

Qui trovate l’offerta completa: http://scuole.museiincomuneroma.it/

Museo di Roma
09/10/2019 - 15/03/2020
Visita didattica
Mattone con immortali che giocano
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
10/05/2019 - 18/10/2019
Laboratorio
Didattica per tutti

Didattica per tutti

Il programma didattico Patrimonio in Comune dedicato agli adulti, alle famiglie e ai bambini intende sviluppare contatti e relazioni con i cittadini, grandi e piccoli. L’obiettivo è quello di ridurre la distanza che spesso separa le persone dalle istituzioni museali, dall’esperienza e dalla conoscenza dell’arte.

Ogni giorno storici dell’arte, archeologi e operatori culturali mettono a disposizione le proprie competenze per avvicinare il pubblico a musei, siti archeologici e artistici, alle mostre in corso e all’immenso patrimonio della Sovrintendenza Capitolina, affrontando gli argomenti più vari: dalla botanica all’arte contemporanea, dalle arti applicate alla scienza e all’archeologia.

Tra le tante attività dedicate al pubblico dei cittadini di ogni età per favorire la conoscenza dei musei e del patrimonio monumentale della città, una nuova interessante iniziativa destinata ai possessori della Mic Card è aMICi programmata nei principali musei, tutti i mercoledì e giovedì pomeriggio, a partire da ottobre. Il pubblico potrà avere accanto a sé i curatori dei Musei per conversare di quadri, sculture, spazi museali e visitare così le collezioni in modo insolito e approfondito.

Dal 21 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 Natale: Musei in Gioco propone un Natale all’insegna dell’arte, della cultura e dell’intrattenimento, ma anche dell’inclusione, con attività ludiche per bambini e famiglie. Iniziative specifiche sono previste inoltre nell’ambito dei progetti del Servizio Civile 2019-2020. Infine, sono in programma attività legate alla ricorrenza della Giornata mondiale del malato, martedì 11 febbraio 2019.

E ancora, Con i tuoi occhi. Dialoghi a più voci davanti a un quadro è un appuntamento mensile al Museo di Roma per offrire a tutti, insieme al curatore, la possibilità di esporre e condividere ciò che l’occhio vede in un’opera d’arte. Col titolo Il museo va in biblioteca s’intendono, invece, incontri con curatori, archeologi e storici dell’arte che racconteranno i musei e il patrimonio di Roma in alcune Biblioteche e Bibliopoint. Un’iniziativa realizzata in collaborazione con le Biblioteche di Roma. Il patrimonio di tutti. Roma fuori dentro le mura è un programma ideato per ridurre la distanza che spesso separa i cittadini dalle istituzioni museali. Appuntamenti al museo fuori dagli schemi, finalizzati a creare un rapporto con i municipi, le istituzioni, le associazioni, le comunità, le persone. Archeologia in Comune è invece un’iniziativa per conoscere la città antica e avvicinarsi al patrimonio, anche quello meno noto. Gli incontri prevedono aperture straordinarie di siti e monumenti.

Oltre alle iniziative gratuite sono previste il sabato e la domenica, nei musei e sul territorio, attività a pagamento realizzate da operatori didattici specializzati.

Programmi speciali e sempre nuovi sono proposti in occasione di eventi particolari come Giornate Europee del Patrimonio; Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo; Giornata internazionale delle persone con disabilità Vacanze di Natale; Giornata mondiale del malato ; 21 aprile - Natale di Roma; Appia Day; Notte dei Musei; Giornata Mondiale del Rifugiato.

In questa sezione troverete tutte le informazioni aggiornate.

Incontri per docenti e studenti universitari

Incontri per docenti e studenti universitari

Dedicato prevalentemente a docenti e studenti universitari, ma aperto a tutti, è il progetto Educare alle mostre, Educare alla città, da ottobre 2019 a maggio 2020, con una vasta scelta di visite guidate ai musei e alle mostre in corso (come “Claudio Imperatore”, “Luca Signorelli e Roma”, “I Colori degli Etruschi”, “Canova. Eterna bellezza”, “Giancarlo Sciannella. Scultore di archetipi”, tra le altre) e di incontri sul territorio, conferenze, approfondimenti a tema storico-artistico, sociale o scientifico, ospitati in sedi diverse, per una lettura ragionata della storia di Roma dal centro alla periferia, dalle feste popolari nell’Italia di fine Ottocento alle scoperte nell’area del Teatro di Marcello durante gli anni del Governatorato, soltanto per citare qualche esempio.
Inoltre, due cicli specifici di incontri mettono in connessione luoghi “insospettabili” della città con la storia della scienza e delle donne a Roma: La città delle donne si soffermerà quest’anno sul tema prevalente del rapporto che la donna ha intessuto con il lavoro dalla fine del XVI secolo alla contemporaneità.
Educare alle mostre, Educare alla città si caratterizza come ‘officina’ per la formazione di docenti, studenti universitari e cittadini. Il programma è valido per la formazione e l’aggiornamento del personale della scuola sulla piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR. Dà diritto, inoltre, al riconoscimento di crediti nell’ambito di alcuni corsi di laurea delle principali Università e Accademie di Roma.

Sempre dedicati ai docenti sono gli incontri di Tea time. Vieni a prendere il te al Museo.
L’ora del tè come momento di incontro fra docenti e curatori museali per conoscersi e presentare le proposte didattiche della Sovrintendenza.
Un calendario di appuntamenti per aggiornarsi sulle nuove prospettive dell’educazione al patrimonio e per accogliere idee e proposte dal mondo della scuola.

Museo Carlo Bilotti
Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese
15/10/2019
Incontro
Soffitto dello scalone monumentale
Museo di Roma
15/10/2019
Incontro
Progetti accessibili

Progetti accessibili

Tra le tante attività dedicate al pubblico di ogni età, di rilievo le attività per l’accessibilità, come la Giornata internazionale delle persone con disabilità, martedì 3 dicembre, una serie di appuntamenti ideati per favorire l’inclusione attraverso la fruizione delle collezioni museali e dei siti archeologici, sensibilizzando il grande pubblico al tema dell’accessibilità.
Musei da toccare, programma già consolidato nell’ambito dell’offerta educativa della Sovrintendenza, propone visite guidate tattili-sensoriali gratuite dal giovedì al sabato nei musei civici con operatori specializzati.

InterGAM, il museo visibile
Galleria d'Arte Moderna
16/07/2019 - 31/12/2019
Itinerario didattico
Musei da toccare - Visite tattili
Musei in Comune
19/10/2018 - 29/12/2019
Iniziativa didattica