Annullato: Educare alle mostre, educare alla città - Il ruolo dell’Accademia di Belle Arti nel rinnovamento artistico fra Ottocento e Novecento

Costa Nino, Strada in pianura
Data: 
27/01/2020
Luogo: 

Accademia di Belle Arti di Roma - via di Ripetta, 222

Abstract: 

Un incontro per approfondire la stagione artistica italiana tra Ottocento e Novecento e il ruolo svolto dell’Accademia di Belle Arti di Roma nella produzione e nella ricerca estetica dell’epoca.

A cura di Dario Evola.

Il rinnovamento artistico italiano fra Ottocento e Novecento si caratterizza per la consapevolezza di una nuova funzione dell’arte dopo la stagione neoclassica. Dal Romanticismo alle avanguardie del Novecento, gli artisti italiani sono intensamente impegnati in una ricerca estetica che unisce innovazioni formali a istanze etiche. Al Nord il Romanticismo e i Macchiaioli costituiscono un’esperienza di portata straordinaria che confluirà nel Divisionismo e nel Simbolismo europei con caratteristiche specifiche e originali che apriranno al Novecento. Al Sud e a Roma le esperienze artistiche saranno caratterizzate dalla ricerca sulla luce e sul paesaggio, sul colore e sui temi storici e politici.
L’Accademia di Belle Arti di Roma dal 1891 sarà al centro dell’attenzione e della produzione con l’istituzione del Pensionato Artistico Nazionale da parte di Pasquale Villari, ministro della Pubblica Istruzione, nell’intento di promuovere una funzione educativa e progressiva dell’arte. L’apporto di personalità e di movimenti di grande rilievo e di respiro internazionali come Nino Costa, In Ars Libertas, le riviste, il dibattito interdisciplinare riportano la ricerca artistica al centro del rinnovamento estetico ed etico della Italia Unita. Da In Ars Libertas alla Secessione Romana un periodo ricco di motivi estetici innovativi e di istanze etiche, da riscoprire alla luce del panorama europeo di una moderna funzione artistica.

L’incontro è valido per la formazione e l’aggiornamento del personale della scuola sulla piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR, nell’ambito dell’iniziativa formativa: ROMA TRA OTTOCENTO E NOVECENTO

Dario Evola (Palermo 1958), laureato al DAMS di Bologna, ha conseguito il dottorato di ricerca a Roma in Discipline dello spettacolo e l’Abilitazione scientifica nazionale, seconda fascia. Ha collaborato con la Rai e alle pagine culturali di quotidiani e periodici. Ha organizzato eventi culturali fra arti visive, cinema, teatro e nuove tecnologie. Ha insegnato Storia dell’arte contemporanea alla Università La Sapienza Roma ed Estetica nelle Accademie di Macerata e di Firenze. È titolare della cattedra di Estetica all’Accademia di Belle Arti di Roma e coordinatore della Scuola di Comunicazione e Valorizzazione del patrimonio artistico contemporaneo. È membro della Società Italiana di Estetica e del comitato scientifico del Museo Laboratorio di Arte Contemporanea Università La Sapienza di Roma.
Ha pubblicato La funzione moderna dell’arte. Estetica delle arti visive (Milano 2018).

 

Informazioni: 

Info e prenotazione
Tel. 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

Prenotazione obbligatoria: max 120 persone

Orario: 

L'incontro previsto per Lunedì 27 gennaio 2020 alle ore 16.00 è stato annullato

Le date degli appuntamenti potrebbero subire variazioni che saranno indicate sulle pagine web della Sovrintendenza e del Sistema Musei Civici e comunicate tramite e-mail.

Biglietto d'ingresso: 

Incontro gratuito con prenotazione obbligatoria.

È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.

CREDITI FORMATIVI SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (Età moderna-Età contemporanea / magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA “TOR VERGATA”
La partecipazione a 9 incontri, attestata, dà diritto agli studenti del Corso triennale in Beni Culturali (Archeologici, Artistici, Musicali e dello Spettacolo) al riconoscimento di 3 crediti formativi.
Gli studenti possono partecipare anche soltanto a 3 o 6 incontri con il riconoscimento rispettivamente di 1 o 2 crediti formativi.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica(magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); ArchitetturaRestauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi.

Prenotazione obbligatoria: 

Organizzazione: 

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Ufficio attuazione del programma delle attività di catalogazione e attività didattiche.

Progetto ideato e curato da Nicoletta Cardano.

 
Collaborano alla realizzazione del programma i Volontari del Servizio Civile Nazionale, progetto della Sovrintendenza Capitolina “Educhiamo insieme 3.0”

Eventi correlati