Home > Centri di documentazione > Centro di... > Il cimitero del Verano... > Tomba di Rosalia Montmasson Crispi

Tomba di Rosalia Montmasson Crispi

Tomba di Rosalia Montmasson Crispi

Rosalia Montmasson (1823 - 1904) è l’unica donna ad aver partecipato alla spedizione dei Mille. Originaria della Savoia, si trasferì a Torino nel 1849 dove conobbe Francesco Crispi (1819 – 1901) di cui divenne la fedele compagna, condividendone l’esilio prima in Piemonte e poi a Malta, dove nel 1845 contrasse con lui un matrimonio in seguito considerato irregolare. Il suo carattere fermo e coraggioso le permise di compiere numerose missioni segrete prodigandosi per la causa risorgimentale. Partecipò a tutte le battaglie della spedizione dei Mille, distinguendosi soprattutto a Calatafimi per l’aiuto dato come infermiera ai garibaldini feriti. Venne abbandonata dal Crispi quando questi, già eletto deputato, sposò Lina Barbagallo avvalendosi del fatto che il precedente matrimonio non fosse legale. Provata dalle ristrettezze economiche la Montmasson sopravvisse grazie a un vitalizio elargito prima dall’ex marito e, dopo la morte di questi, dallo Stato.

La tomba di Rosalia Montmasson, ubicata immediatamente dopo la Scogliera del Monte nello Scaglione E, fila 4, n. 26 del Nuovo Reparto, consiste in un semplice loculo concesso gratuitamente dal Comune di Roma. Sulla lapide è posta una fotoceramica, in cui la Montmasson, ripresa di profilo, indossa una camicia su cui sono appuntate varie onorificenze. Nell’iscrizione vengono citati gli eventi più significativi della sua avventurosa vita.

Autore : ignoto
Datazione : 1904
Materiali : marmo bianco