Home > Fontane > Fontanelle con Drago a via della Conciliazione

Fontanelle con Drago a via della Conciliazione

Fontanelle con Drago a via della Conciliazione

Addossate alla facciata del quattrocentesco palazzo della Rovere, poi dei Penitenzieri, attualmente proprietà dell’Ordine dei Cavalieri del S. Sepolcro, in via della Conciliazione, queste due fontanelle risalgono al tempo di papa Paolo V Borghese (1605-1621), come denuncia inequivocabilmente la loro iconografia: i draghi araldici dei Borghese sono infatti i protagonisti della composizione di entrambe le fontane.

Importo dei lavori: € 30.000,00

Seguendo l’esempio dei suoi predecessori Gregorio XIII e Sisto V, il papa Borghese contribuì ad incrementare l’approvvigionamento idrico della città con la ristrutturazione dell’antico acquedotto Traiano, che dal nome del pontefice è noto come acquedotto Traiano-Paolo. Entrando in città da nord-ovest, dall’altura del Gianicolo, il nuovo acquedotto rifornì innanzitutto il quartiere di Trastevere e l’area del Vaticano. Entrambe impreziosite dal pavonazzetto dei pilastrini che sostengono le edicole, le due piccole fontane, pur formando pendant, si differenziano in una serie di dettagli. Oltre allo sfondo, che nella fontanella di destra è di colore rosso e ospita un’aquila, altro simbolo araldico dei Borghese, e in quella di sinistra è costituito da una semplice lastra di marmo bianco con incisa l’iscrizione S.P.A. (Sacri Palazzi Apostolici), le differenze riguardano anche il disegno dell’ovale che racchiude il drago, la forma e il materiale della vaschetta e altri dettagli decorativi.
Descrizione
Materiali: marmo bianco, marmo pavonazzetto, porfido rosso, intonaco dipinto
Datazione: inizio XVII secolo
Stato di conservazione
Le due fontanelle si trovano in cattivo stato di conservazione, per via del costante fluire dell’acqua e per l’usura dovuta all’intenso utilizzo. L’acqua, ricca di calcio, provoca la formazione di incrostazioni calcaree su tutte le superfici lambite dall’acqua. Il calcare ingloba particellato atmosferico e sporco comune, formando croste nere di effetto molto sgradevole. La presenza dell’acqua favorisce inoltre la crescita di patine di natura biologica. L’intenso utilizzo, oltre a provocare l’usura del marmo per il continuo sfregamento (come mostrano per esempio le teste dei draghi), ha provocato sbeccature, fratture e perdita di piccole porzioni dei materiali costitutivi. La testa dell’aquila della fontanella di destra, già rotta e riposizionata in passato, è mancante da molti anni.
Tipologia d’intervento
Trattamento biocida; pulitura e rimozione delle incrostazioni calcaree; consolidamento; trattamento delle parti metalliche; stuccatura dei giunti e delle fessurazioni; integrazione delle mancanze; applicazione del protettivo finale; revisione dell’impianto idrico e sistemazione delle aree di rispetto antistanti (sampietrini e fasce in travertino)
Importo stimato dei lavori
€ 30.000,00 inclusi tutti gli oneri
Livello della progettazione
Da progettare
Tempistica
- Redazione progetto definitivo: gg. 30
- Approvazioni progetto: 60 gg.
- Procedura affidamento dipende da altri Uffici, in media 90 gg
- Esecuzione lavori: gg.120

Informazioni pratiche

Indirizzo
Via della Conciliazione 39, Roma
Rione

Borgo