Home > Fontane > Fontane dei Leoni Egizi, cordonata del Campidoglio

Fontane dei Leoni Egizi, cordonata del Campidoglio

Fontane dei Leoni Egizi, cordonata del Campidoglio

Le due fontane, poste simmetricamente all’inizio della cordonata del Campidoglio, sono composte da due leoni egizi di basalto nero provenienti dall’Iseo Campense, il tempio fatto erigere da Domiziano in Campo Marzio, in onore delle divinità egiziane Iside e Serapide.

Importo dei lavori: € 90.000

Alla metà del XIV secolo i leoni si trovavano davanti alla chiesa di S. Stefano del Cacco e da qui giunsero in Campidoglio per ordine di Pio IV (1560-1565). Furono collocati sulla testata della cordonata da Giacomo della Porta, nel 1582, sopra due alti basamenti decorati sulla faccia anteriore con lo stemma a rilievo del Popolo Romano e sulla facce laterali con gli stemmi del conservatore Antonio Crescenzi e del Priore dei Caporioni Tiberio Massimi. Furono trasformati in fontane nel 1588, con la realizzazione dei calici in travertino in cui ricade l’acqua che fuoriesce dalla bocca di ciascun leone. In occasioni speciali, come ad esempio in occasione dell’elezione del papa Innocenzo X nel 1644, dalla bocca dei leoni zampillò vino. Rimossi nel 1885 e sostituiti con delle copie, i leoni furono ricollocati a guardia della salita del Campidoglio nel 1955, per iniziativa di Carlo Pietrangeli. I calici cinquecenteschi, dispersi al momento della rimozione, furono sostituiti da copie realizzate imitando gli originali perduti.
Descrizione
Materiali: basalto; marmo, travertino
Datazione: 1582-88
Stato di conservazione
Le due fontane presentano consistenti depositi di particolato, in gran parte di natura carboniosa, misti a incrostazioni calcaree, concentrati in particolare sulla parte anteriore dei leoni, sulla fronte dei basamenti e sui calici, ovvero sulle zone più esposte al traffico veicolare. I depositi appaiono decisamente più consistenti sul leone di destra, collocato in posizione più esposta all’inquinamento e agli agenti atmosferici. L’ultimo restauro risale al 1998-99.
Tipologia d’intervento
Trattamento biocida; pulitura e rimozione delle incrostazioni calcaree; pre-consolidamento e consolidamento; stuccatura dei giunti e delle fessurazioni; integrazione delle mancanze; applicazione del protettivo finale; impermeabilizzazione delle vasche; revisione dell’impianto idrico.
Importo stimato dei lavori
€ 90.000,00 inclusi tutti gli oneri
Livello della progettazione
Da redigere
Tempistica
- Redazione progetto definitivo: 60 gg.
- Approvazioni progetto: 60 gg.
- Procedura affidamento: dipende da altri Uffici, in media 90 gg.
- Esecuzione lavori: 150 gg.

Informazioni pratiche

Indirizzo
Piazza d'Aracoeli, Roma
Rione

Campitelli