Incontri per docenti e studenti universitari

Dedicato prevalentemente a docenti e studenti universitari, ma aperto a tutti, è il progetto Educare alle mostre, Educare alla città, da ottobre 2019 a maggio 2020, con una vasta scelta di visite guidate ai musei e alle mostre in corso (come “Claudio Imperatore”, “Luca Signorelli e Roma”, “I Colori degli Etruschi”, “Canova. Eterna bellezza”, “Giancarlo Sciannella. Scultore di archetipi”, tra le altre) e di incontri sul territorio, conferenze, approfondimenti a tema storico-artistico, sociale o scientifico, ospitati in sedi diverse, per una lettura ragionata della storia di Roma dal centro alla periferia, dalle feste popolari nell’Italia di fine Ottocento alle scoperte nell’area del Teatro di Marcello durante gli anni del Governatorato, soltanto per citare qualche esempio.
Inoltre, due cicli specifici di incontri mettono in connessione luoghi “insospettabili” della città con la storia della scienza e delle donne a Roma: La città delle donne si soffermerà quest’anno sul tema prevalente del rapporto che la donna ha intessuto con il lavoro dalla fine del XVI secolo alla contemporaneità.
Educare alle mostre, Educare alla città si caratterizza come ‘officina’ per la formazione di docenti, studenti universitari e cittadini. Il programma è valido per la formazione e l’aggiornamento del personale della scuola sulla piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR. Dà diritto, inoltre, al riconoscimento di crediti nell’ambito di alcuni corsi di laurea delle principali Università e Accademie di Roma.

Sempre dedicati ai docenti sono gli incontri di Tea time. Vieni a prendere il te al Museo.
L’ora del tè come momento di incontro fra docenti e curatori museali per conoscersi e presentare le proposte didattiche della Sovrintendenza.
Un calendario di appuntamenti per aggiornarsi sulle nuove prospettive dell’educazione al patrimonio e per accogliere idee e proposte dal mondo della scuola.